ITALIA ARTE


Vai ai contenuti

Menu principale:


Ghiotti - ottobre 2009

Mostre nazionali > Torino - Villa Gualino 2009-2011


MASSIMO GHIOTTI
UMANESIMO DEL METALLO

“PARCO INTERNAZIONALE DI SCULTURE VILLA GUALINO-ITALIA ARTE”



L’IDEA DI UN PROGETTO


Gli storici spazi di Villa Gualino e il suo parco con alberi centenari saranno il perfetto scenario per una iniziativa unica in Piemonte e di respiro internazionale: la creazione del “Parco Internazionale di Sculture Villa Gualino-Italia Arte”, progetto ideato e curato da Guido Folco, storico dell’arte, presidente dell’Associazione Culturale Galleria Folco ed editore della rivista mensile “Italia Arte”, in collaborazione con gallerie private, fondazioni, collezionisti, accademie ed enti pubblici e con il Consorzio Villa Gualino. Il Presidente di Villa Gualino, Luciano Pianelli, l’A.D. Silvana Sanlorenzo e il Direttore, Claudio Gilli, unitamente all’editore e direttore di “Italia Arte”, Guido Folco, hanno fortemente voluto questo progetto che arricchisce e valorizza il complesso architettonico torinese, sempre di più polo culturale internazionale ad altissimo livello.

INAUGURAZIONE DEL PROGETTO: MASSIMO GHIOTTI. OPERE
DAL 15 OTTOBRE 2009 AL 30 MARZO 2010
VILLA GUALINO, TORINO.
ANTEPRIMA INTERNAZIONALE DELLA MOSTRA DELL’ARTISTA CHE SI TERRA’ ALLA FONDAZIONE MASTROIANNI DI ROMA NEL 2010

Il progetto sarà inaugurato il prossimo 15 ottobre, con un evento dedicato all’opera di Massimo Ghiotti. A Villa Gualino saranno presentate in anteprima internazionale alcune sculture realizzate espressamente per il grande appuntamento espositivo dedicato al Maestro, che sarà ospitato dalla Fondazione Mastroianni di Roma nel 2010. Dopo le esposizioni personali nei principali musei delle capitali dell’Est europeo, seguite da quella, la primavera scorsa, a Bayonne, città che ha anche acquisito una sua opera monumentale, Massimo Ghiotti esporrà quindi a Villa Gualino una selezione di sculture di varie dimensioni, sia negli spazi esterni delle terrazze panoramiche di Villa Gualino, sia nel nascente Parco di Sculture. La mostra sarà accompagnata da una presentazione di Maurizio Calvesi, con la collaborazione di “Italia Arte”, “Associazione Culturale Galleria Folco” e “De Arte”. L’esposizione gode del Patrocinio di Regione Piemonte, Provincia e Città di Torino, Consorzio Villa Gualino, Apa-Associazione Piemontese Arte, Università di Torino e De Arte Progetti e servizi per l’arte. L’artista, a conclusione dell’esposizione, lascerà esposta in permanenza un’opera importante e rappresentativa, ospitata in comodato gratuito da Villa Gualino, a segnare l’inizio della Collezione permanente del “Parco Internazionale di Sculture Villa Gualino-Italia Arte”.

LO SVILUPPO DEL PROGETTO. COSTITUZIONE DEL PARCO DI SCULTURE
L’evento terrà a battesimo il nuovo Parco Internazionale Permanente di Sculture che si arricchirà, periodicamente, di alcune opere di scultori internazionali, creando il giusto equilibrio tra maestri ormai storicizzati e nuovi talenti, in un’ottica di valorizzazione dei tesori artistici italiani e di sostegno ai giovani artisti emergenti. Villa Gualino ospiterà a titolo di comodato le opere, in permanenza, divenendo così un nuovo polo culturale-artistico e turistico di livello museale. Guido Folco, L’ “Associazione Culturale Galleria Folco” e la rivista “Italia Arte”, curatori, ideatori e organizzatori del progetto, costituiranno anche un Comitato artistico, composto da altri storici dell’arte e giornalisti, per la scelta degli scultori da coinvolgere nella realizzazione del “Parco Internazionale di Sculture Villa Gualino-Italia Arte”, che sarà aperto alla collaborazione con Enti culturali pubblici e privati, Musei, Accademie, Fondazioni. Questi potranno segnalare artisti emergenti o maestri affermati da inserire nel percorso espositivo del Parco. Tali segnalazioni saranno valutate dal Comitato artistico presieduto dal curatore Guido Folco e le candidature approvate sottoposte alla valutazione del Consorzio Villa Gualino per la collocazione nell’area del Parco.

BIOGRAFIA E CURRICULUM
Massimo Ghiotti è nato a Torino, dove vive e lavora.
Diploma di Pittura e Diploma di Scultura all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.
Cattedra di Figura e Ornato Modellato al 1° Liceo Artistico Statale; Cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti.
Sono una cinquantina le mostre personali tenute dall’esordio del 1972, in Italia (Galleria Borgogna, Milano; Galleria Numero, Venezia; Galleria Fiamma Vigo, Roma; Galleria Franz Paludetto, L’Approdo, Viotti, Torino; Galleria Greminger, Genova, Galleria La Leonessa, Brescia, ecc...) e all’estero, prima in gallerie private, poi ad invito in Musei e Fondazioni.
Nel 1983 le Edizioni Franz Paludetto hanno pubblicato una monografia delle sue opere in marmo colorato con testo di Roberto Lambarelli.
Nel 1996 la casa editrice Allemandi ha pubblicato nella collana “Archivi della Scultura” il volume “Ghiotti-Ascetismo meccanico”, monografia delle sue opere recenti con testo di Pierre Restany, che aveva salutato l’artista come “Asceta meccanico” e “Testimone di un nuovo Umanesimo post-industriale”.
Dal 2000 è stato invitato a tenere un ciclo di mostre personali nei principali Musei delle capitali dell’Est europeo, l’ultima delle quali al Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, nella Fortezza dei Santi Pietro e Paolo.
E’ appena terminata la mostra personale nel Museo Bonnat e nella città di Bayonne, che ha acquistato l’opera monumentale posta al centro del percorso urbano dell’esposizione.
Otto sculture monumentali di Ghiotti rappresentano l’arte italiana nel Parco Europeo della Scultura di Vilnius. L’ultima mostra a Torino ha avuto luogo, due anni fa, nel cortile d’onore del Rettorato dell’Università, presentato in catalogo Allemandi da Maurizio Calvesi, che ha definito la scultura di Ghiotti “... quanto di più inedito ed originale abbia proposto la scultura degli ultimi decenni...”.
Opere di Ghiotti, oltre a quelle pubbliche, tra cui quelle in tre Comuni della Regione Piemonte, figurano anche nelle Collezioni permanenti dei seguenti Musei e Fondazioni:
Museo d’Arte Moderna di Mosca
Palazzo di Marmo del Museo Russo di Stato di San Pietroburgo
Collezione Ludwig di Colonia
Open Air Museum Europos Parkas di Vilnius
Parco Lungolago Belvedere di Lugano
Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Minsk
Museo Nazionale M.K. Ciurlionis di Kaunas
Museo Regionale d’Arte di Vitebsk
Museion d’Arte Moderna e Contemporanea di Bolzano
Collezione Provincia di Torino
Museo d’Arte Sacra di Torre del Greco
Museo Fondazione Stauròs d’Arte Sacra di Teramo
Foreign Art Museum di Riga
Pinacoteca Regionale della Valle d’Aosta
Ambasciata d’Italia in Belarus
Università di Torino
Fondazione Calvesi a Roma
Fondazione Peano a Cuneo
Parco della Scultura di Gubbio
Museo Bonnat e Ville de Bayonne
Città di Torino

A Torino ha realizzato le tre sculture monumentali in ferro colorato che, dal 2001, ornano una nuova piazza in via Monfalcone, la scultura monumentale nel giardino della Circoscrizione 7, quella nel giardino dell’Istituto Avogadro e quella nel giardino del 1° Liceo Artistico. E’ in corso di realizzazione la scultura monumentale in acciaio inox per il nuovo Parco cittadino in corso Umbria.
Nell’autunno del 2009 verrà posizionata una scultura monumentale ad inaugurare il Parco Internazionale di Sculture a Villa Gualino, Torino, dove resteranno fino al 30 marzo 2010 12 opere monumentali ed è in preparazione la mostra-evento del 2010 presso il Museo Mastroianni di Roma.

Home Page | Chi siamo | Redazione | La rivista mensile | Ufficio Stampa | Servizi per gli Artisti | Permanenza Museo MIIT | Italia Arte TV | Contattaci | Abbonamenti | Distribuzione | Collabora | Pubblicità | ILINKAMICI | Mostre in preparazione | Mostre nazionali | Premi | Mostre internazionali | Progetti - Archivi - Cataloghi generali | Libri - Cataloghi - Video | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu